Entroterra di Riccione – borghi medievali

Storia, curiosità e tradizione sulle colline di Riccione.
Ti affascina l’idea di conoscere le antiche tradizioni di Riccione? Una visita ai borghi medievali dell’entroterra è d’obbligo.
Risalendo la costa si apre uno scenario unico fatto di dolci colline e ampie distese naturali in grado di coinvolgerti.

Rocche, castelli, borghi e l’antica storia della Signoria dei Malatesta che dominò questi luoghi, saranno il sale delle tue gite in collina.
Trattorie e piatti tipici, sagre paesane e mercatini rallegreranno le tue passeggiate.
A pochi minuti di macchina o di autobus, puoi conoscere posti unici e trovare una dimensione antica e genuina.

La storia, la cultura e l’ambiente del nostro entroterra sono racchiuse tra due valli fluviali: la val Conca e la val Marecchia.
La prima è alle spalle di Cattolica con le sue dolci colline e i magnifici castelli di Montefiore, Montegridolfo, Saludecio e Mondaino.
La seconda si trova alle spalle di Rimini, più aspra con i suoi scogli di roccia calcarea ed i castelli inespugnabili di Verucchio, Montebello e Torriana.

 

Da Riccione risalendo le colline troverai:

- Coriano a 8 km dove puoi trovare il Parco fluviale del Fiume Marano e la Valle del Rio Melo. In autunno puoi assaporare due delle prelibatezza di Romagna durante la Sagra del Sangiovese e dell’Oliva.
- Morciano di Romagna a 12 km un borgo ancora legato alle tradizioni della terra che trovano espressione durante la Fiera di S.Gregorio, dove è possibile trovare ovini, bovini e cavalli di razza. Questa località è famosa per gli spaghetti.

- Gemmano a 19 km famosa per le Grotte di Onferno, suggestiva riserva naturale e geologica della zona, nella quale è possibile organizzare visite guidate. Sangiovese, Trebbiano e arrosti misti di carne, sono assolutamente da assaggiare.

- San Clemente a 13 km, piccolo borgo suggestivo con una perla all’interno, la Chiesa Parrocchiale disegnata da Luigi Poletti, architetto del Papa. E per gli amanti del nettare degli Dei a maggio la Sagra del vino.
- Gradara a 14 km tanto cara a tutti coloro che hanno fantasticato sull’amore cortese e la storia di Paolo e Francesca narrata da Dante nella Divina Commedia. Affascinante è la Rocca che a Luglio ospita la suggestiva rievocazione medievale “Seduzione al Castello” e “Attacco al Castello) con i prelibati “bigol”, spaghetti fatti a mano con funghi porcini o ragù di carne.

- San Giovanni in Marignano a 15 km, famosa per la Festa delle Streghe e per il patrimonio artistico rappresentato dall’ottocentesco Teatro Massari, la Chiesa di Santa Lucia e la Chiesa di San Pietro.

- Montecolombo a 20 km il cui castello risale al XI secolo. Gli amanti dell’arte potranno ammirare la settecentesca tela del Brancaleoni nella Chiesa di San Martino e gli appassionati delle buona tavola, assaporare piatti prelibati durante la Sagra della Trippa e dello Strozzaprete.

- Montefiore Conca a 20 km caratterizzata da tradizione, storia e buona tavola. Suggestive la Rocca Malatestiana e le opere d’arte che è possibile trovare nelle chiese e nei monumenti del luogo. Interessante la rassegna culturale Rocca di Luna e Salute in Fiera e gustosa la Sagra della Castagna. A Tavola passatelli in brodo, caldarroste e vino novello. Se vuoi conoscere Montefiore da vicino visita il sito del nostro Relais Montefiore (www.relaismontefiore.it).

- Montescudo a 21 km è un’antica fortezza risalente all’epoca dei Malatesta, unica dal punto di vista storico culturale. Di grande valore artistico è il Crocifisso che è possibile ammirare nella Chiesa Parrocchiale dei SS. Biagio e Simone del XII secolo. Da citare la Sagra della Patata che si tiene ad Agosto.

- Santarcangelo di Romagna a 24 km. Questa cittadina è a metà tra il Medioevo ed i giorni d’oggi. Si possono visitare il colle Monte Giove con il centro storico e la Rocca Malatestiana. Dall’altro lato si trova la pianura dove degno di nota è il Museo degli Usi e Costumi. Divertenti e ricchi di curiosità sono la Fiera di San Martino e il Festival Internazionale dei Teatri.

- Saludecio a 25 km. Questo borgo è famoso per il Salus Erbae e per l’Ottocento Festival dove spettacoli e gastronomia la fanno da padroni.

- Mondaino a 28 km con la sua Piazza Maggiore in cui spicca un meraviglioso porticato neoclassico. Questa località è famosa per il Palio del Daino ma degne di nota sono anche la Chiesa di S. Michele e il Monastero delle Clarisse e di S. Francesco. Piatti per i palati sopraffini sono i ravioli di ricotta e ortica e l’arrosto in salsa di prugne.

- Poggio Berni a 28 km, si trova tra il fiume Uso e il Marecchia dominando due fantastiche vallate. Caratteristici di questo luogo i mulini idraulici e l’imponente Palazzo Macrosanti.

- Montegridolfo a 29 km storia ed arte vi accoglieranno nel Castello Malatestiano del 1300 e di fronte ad una tela del Cagnacci nella Chiesa di San Rocco. Buonissimo l’olio di queste terre.

- Verucchio a 29 km è la culla della Signoria dei Malatesta. Degni di nota sono: la Pieve del X secolo, la Parata Medievale di agosto e la musica etnica del Verucchio Festival.

- Repubblica di San Marino a 33 km. Uno degli stati più piccoli del mondo, sorge sul Monte Titano e racconta antiche tradizioni. Suggestive sono le Tre Torri, la Basilica del Santo in stile neo-classico (XIX sec.), il Monastero di Santa Chiara nel quale è possibile visitare mostre di grande valore. Famoso è il Palio delle Balestre Grandi e piacevole è fare shopping in centro, a prezzi davvero concorrenziali.

- Torriana e Montebello a 35 km. Immerse nelle distese di ulivi questi due borghi sono davvero suggestivi. L’antica Mons Belli con il suo castello era una fortezza feudale. Da non perdere la Festa del Miele.

- San Leo a 45 km. Uno dei borghi più misteriosi dell’intera Romagna, ospita la Rocca che fu la prigione del Conte di Cagliostro. Ha acquisito il titolo di città d’arte e di grande valore sono il complesso monumentale religioso ed i palazzi risalenti del ‘500 e del ‘600.

- Urbino a 52 km. Splendida la città natale di Raffaello Sanzio. Da visitare Piazza del Mercatale, Piazza Rinascimento, il Palazzo Ducale e la Galleria Nazionale delle Marche, ricco di opere rinascimentali, l’Oratorio di S. Giuseppe e Piazzale Roma.

Chiedi informazioni alla reception ti aiuteremo ad organizzare la tua gita nell’entroterra!